Le istituzioni
ordinistiche

L’Ordine è parte di reti, associazioni, coordinamenti ed è membro attivo di istituzioni di secondo livello a livello regionale e nazionale.

CNAPPC - Il Consiglio Nazionale Architetti PPC

Il CNAPPC è eletto dai 105 Ordini provinciali e delle città metropolitane con il compito di coordinare l’intero sistema ordinistico italiano che conta circa 155.000 iscritti. È istituito per la tenuta dell’Albo professionale e per la vigilanza sull’esercizio della professione con il ruolo di magistratura di secondo grado rispetto a quella di primo grado dei singoli Ordini.

Ruolo fondamentale del CNAPPC è l’interlocuzione con gli organi di Governo, con le istituzioni culturali e accademiche, con le professioni tecniche e con l’intero settore produttivo che si occupa della trasformazione dei territori e delle costruzioni per la promozione di politiche di valorizzazione e sostegno della cultura dell’architettura e dell’esercizio della professione nell’interesse dell’intera collettività.

I luoghi principali di scambio e confronto sono due: i tavoli di lavori dei singoli dipartimenti nei quali vengono identificati e sviluppati gli obiettivi prioritari nazionali e le periodiche Conferenze Nazionali degli Ordini, luogo di ascolto dei territori, indirizzo delle scelte e approvazione delle politiche.

L’Ordine di Milano è presente in quasi tutti i tavoli e ha dato un contributo importante in particolare sul coordinamento degli indirizzi e regolamenti della formazione obbligatoria e, insieme alle Università e al MIUR, nella revisione degli Esami di Stato con l’introduzione dei Tirocini in sostituzione della prova pratica.

L’Ordine ha inoltre costantemente mantenuto un ruolo critico di incentivo e reindirizzo delle attività del CNAPPC per il concentramento delle importanti risorse disponibili sulle attività di promozione e sostegno della professione e per il consolidamento dei rapporti con l’intero settore per la riforma dell’Ordinamento.

La Consulta Regionale

La Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori è un’associazione senza scopo di lucro costituita tra gli Ordini degli Architetti P.P.C. delle Province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Mantova, Milano, Monza e della Brianza, Pavia e Sondrio.
La storia della Consulta inizia nel 1984, quando si costituisce ufficialmente l’Associazione Architetti Lombardi che, nel 1995, modifica il proprio Statuto e la propria denominazione in Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti, per poi, nel 2007, assumere quella attuale.

Gli scopi dell’associazione sono rappresentare e coordinare gli Ordini lombardi negli ambiti di competenza sovraprovinciali, prioritariamente a livello regionale, tutelare e promuovere la professione dell’architetto e svolgere e gestire servizi comuni informativi e formativi per gli Ordini. Fatte salve le competenze e attribuzioni del CNAPPC e dei Consigli degli Ordini Provinciali, Consulta rappresenta i Consigli degli Ordini della Regione presso gli organi elettivi, amministrativi ed economici degli Enti sovraprovinciali per le problematiche generali di interesse della categoria.

Consulta è rappresentata da tre cariche istituzionali: il Presidente, il Segretario e il Tesoriere, elette dal Consiglio Direttivo composto dai Presidenti degli Ordini o dai Consiglieri degli Ordini aderenti, delegati su decisione dei rispettivi Consigli e organo deliberativo della Consulta è l’Assemblea composta dai Consiglieri degli Ordini provinciali della Regione.